1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Policlinico di Modena
 
Versione stampabile della pagina
Contenuto della pagina

Sala Ibrida: primo intervento di litotrissia percutanea

Prosegue a pieno regime l'attività della nuova Sala Operatoria dell'Ospedale Civile di Baggiovara

Bernardo Rocco
Bernardo Rocco

La Struttura Complessa di Chirurgia della Mano dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena, diretta dal dottor Roberto Adani, aderisce alla VII edizione della Giornata per la Salute della Mano organizzata in tutta Italia sabato 11 maggio dalla Società Italiana di Chirurgia della Mano (SICM). Gli specialisti dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena saranno a disposizione della cittadinanza per consulti gratuiti.
L’appuntamento è per sabato 11 maggio in Largo Porta Bologna dalle 9,00 alle 12,30 dove sarà presente un Camper messo a disposizione da LILT Modena Onlus, da sempre in prima linea nella prevenzione a 360° e dove i chirurghi della mano saranno disponibili per visite gratuite, suggerimenti e informazioni riguardanti le Patologie della Mano e del polso.
Questa giornata – spiega il dottor Roberto Adaniè dedicata all’informazione e alla prevenzione delle Patologie della Mano. I nostri professionisti visiteranno le vostre mani, suggeriranno approfondimenti diagnostici o terapie fisiche e conservative e potranno orientarvi verso trattamenti chirurgici”.La Chirurgia della mano modenese è centro di riferimento nazionale per le patologie della mano e del polso. “Questo appuntamento ha la finalità di sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi della salute della mano. Ogni consiglio del chirurgo dovrà essere condiviso e valutato con il vostro medico curante che riceverà una relazione relativa alla visita medica effettuata.” Aggiunge Adani.
La Struttura Complessa di Chirurgia della Mano dell’Azienda Ospedaliero - Universitaria di Modena è una realtà importante nel panorama sanitario regionale: vengono eseguiti ogni anno circa 4.000 interventi chirurgici, di cui circa un 25% in urgenza, uno dei punti di forza della struttura è la gestione del trauma. La Struttura è un centro di alta specializzazione di secondo livello e riferimento regionale e nazionale per patologie complesse, principalmente grandi traumi, oncologia e patologie malformative.
La Società Italiana di Chirurgia della Mano è nata nel 1963 per iniziativa, tra gli altri di Augusto Bonola, il fondatore della scuola modenese, che per primo l’ha presieduta. Non a caso, l’emblema della SICM è la cancellata con la mano patente che per secoli è stato l’emblema degli ospedali modenesi. Non è quindi un caso che proprio i n questi mesi, all’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena sia nato il Centro di Alta Specialità dell’Arto Superiore, nel quale convergono competenze e professionalità presenti tanto nel Policlinico che nell’Ospedale Civile.