1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Policlinico di Modena
# Io resto in ospedale - tu resta a casa
Emergenza COVID19
Contenuto della pagina

Al Policlinico il primo parto tetragemellare nella storia della provincia di Modena

La madre delle quattro gemelle nate venerdì al Policlinico, con il prof. Facchinetti
La madre delle quattro gemelle nate venerdì al Policlinico, con il prof. Facchinetti

Aggiornamento a 24 ore dal parto

Alla 24esima ora di vita, le quattro neonate sono in condizioni discrete e stazionarie.
Sofia, Monica e Luisa respirano in ventilazione non invasiva, mentre Ivana, la più piccola, continua a necessitare di intubazione e ventilazione meccanica.
La madre, ricoverata nella degenza del reparto di Ostetricia, è in buone condizioni, seppur anemica. 

 

Quattro gemelline nate da coppia di nazionalità cinese, venerdì 27 novembre

E’ stato il primo episodio di parto tetragemellare nella storia della provincia di Modena. Quattro gemelle, nate al Policlinico di Modena nella mattina di venerdì 27 novembre, da una coppia di genitori di nazionalità cinese.
La madre, trentunenne, ha già alle spalle un’altra gravidanza gemellare, seguita al Policlinico di Modena qualche anno fa. L’attuale gravidanza risulta essere stata quadrigemina, tetracoriale e tetramniotica. La donna, dopo un precedente ricovero alla diciannovesima settimana per lievi complicanze, è entrata venerdì in travaglio inarrestabile, quando si trovava alla ventiseiesima settimana di gestazione, più tre giorni.   
Il parto cesareo è stato effettuato dal prof. Fabio Facchinetti, Direttore della Struttura di Ostetricia e Ginecologia, con la sua équipe, dopodiché le neonate sono state immediatamente affidate alle cure di ben quattro neonatologi, coordinati dal prof. Fabrizio Ferrari.
Sofia ha un peso alla nascita di 962 grammi, Monica 960, Luisa 847 ed Ivana 495 grammi. Le quattro gemelle neonate sono attualmente ricoverate presso la Terapia Intensiva Neonatale del Policlinico e tre già respirano in ventilazione non invasiva, mentre la più piccola è ancora intubata e ventilata meccanicamente. Anche le condizioni della madre sono buone.