1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Policlinico di Modena
# Io resto in ospedale - tu resta a casa
Emergenza COVID19
 
Versione stampabile della pagina
Contenuto della pagina

Ospedale a misura di donna: Policlinico premiato con tre bollini rosa

Bollini rosa
Bollini rosa

La Provincia di Modena si conferma terra di ospedali “a misura di donna”. A certificare questo risultato è la consegna dei “Bollini rosa” per il 2016 da parte dell’Osservatorio Nazionale sulla salute della donna (O.N.Da) che si è svolta a Roma.
Il Policlinico di Modena si è visto confermare il punteggio massimo di 3 Bollini rosa, ottenuti ininterrottamente dal 2007 (il massimo risultato è stato ottenuto da soli 82 ospedali in tutto il Bel Paese). Completano il quadro, per la nostra provincia, l’ospedale Ramazzini di Carpi che vede confermati i 2 bollini ottenuti nel 2015 e l’ospedale diSassuolo che ottiene il bollino aggiudicato anche nell'ultima edizione del prestigioso riconoscimento nazionale. La premiazione il 16 dicembre 2015 a Roma presso la prestigiosa sede di Palazzo Chigi.
I Bollini rosa sono una conferma dell'elevata qualità della sanità modenese in tema di benessere della donna. Un riconoscimento ottenuto prima di tutto grazie al lavoro di squadra che coinvolge tante strutture e professionisti che operano in discipline diverse con l’obiettivo comune di dare la miglior risposta possibile in termini di tutela della salute delle donne, in tutte le fasi della loro vita.
I fiori “rosa”all'occhiello
Tra i punti salienti della “pagella” del Policlinico spiccano l’attenzione ai percorsi per le patologie oncologiche, cardiovascolari, degenerative croniche. Inoltre, fondamentale è il percorso di assistenza alla nascita in grado di occuparsi delle gravidanze complesse e dei neonati che necessitano di cure intensive. Il Policlinico, infine, ha un ruolo di punto di riferimento provinciale per l’accoglienza delle donne vittime di violenza.Questi interventi sono forniti in un contesto che offre un’accoglienza multiculturale. "Un risultato importate – commenta la dottoressa Elda Longhitano referente aziendale per il percorso ONDA -  che premia l’impegno di tutti gli operatori della nostra Azienda nella cura e nell'accoglienza delle pazienti”.