1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Policlinico di Modena
 
Versione stampabile della pagina
Contenuto della pagina

Struttura Complessa di Otorinolaringoiatria

Direttore prof. Livio Presutti


Dove Siamo

Degenza  ingresso 1, 8° piano ascensori 12/13 scala B/C o ingresso 3, 8° piano ascensori 67/68 scala F
Ambulatori specialistici  urgenze ingresso 1, 8° piano ascensori 12/13 scale B/C; 
Ambulatorio Potenziali Evocati Uditivi  ingresso 3, 1° piano ascensori 67/68 scale E/F
Ambulatori Audiometria, Logopedia, Vestibologia, Foniatria  Poliambulatorio del Policlinico ingresso C, primo piano, corridoio H

Telefoni

Informazioni  059 4222610 Degenza lun a ven: 11.00-12.00 | sab: 9.00-10.00
Informazioni  059 4225885 Degenza lun a ven: 11.00-12.00 | sab: 9.00-10.00
Informazioni  059 4222404 Prericovero lun a ven: 12.00-13.00
Informazioni  059 4222402 Segreteria lun a ven: 10.30 - 12.00

Orari

Visite degenti
da lun a dom: 7.00-8.15; 12.00-14.00; 18.30-21.00
Orario pasti
Colazione: 7.00-8.00
Pranzo: 12.00-13.00
Cena: 17.30-18.30

  • Staff

    Matteo Ciuffelli Alicandri Medico
    Marco Bonali Medico
    Simona Cesari Patrone Medico
    Elio Maria Cunsolo Medico
    Elisabetta Genovese Medico
    Marco Ghizzo Medico
    Maria Consolazione Guarnaccia Medico
    Daniela Lucidi Medico
    Francesco Mattioli Medico
    Daniele Monzani Medico
    Silvia Palma Medico
    Giuseppe Setti Medico
    Nadia Severi Coordinatore Infermieristico
    Edoardo Stellin Medico
    Sauro Tassi Medico
    Marco Trebbi Medico
    Sara Valerini Medico
    Domenico Villari Medico

  • Di cosa ci occupiamo

    Descrizione generale
    L’attività assistenziale della Struttura è rivolta a pazienti con patologie di interesse medico (diagnosi e cura dei disturbi dell’udito e dell’equilibrio, patologie flogistiche e infettive) e di interesse chirurgico con particolare riguardo alla otochirurgia, alla otoneurochirurgia, agli impianti cocleari, alla chirurgia endoscopica del basi-cranio, alla fonochirurgia, alla chirurgia oncologica della testa e del collo, alla chirurgia tradizionale ed endoscopica del naso e dei seni paranasali, alla chirurgia funzionale-estetica del naso, alla chirurgia della roncopatia, delle ghiandole salivari e della tiroide.

    Tali prestazioni vengono erogate in regime di Ricovero, day Hospital e mediante una intensa attività ambulatoriale e di diagnostica che può essere suddivisa in macroaree:
    - Endoscopica (videolaringostroboscopia, fibrolaringoscopia, endoscopia nasale, otomicrendooscopia).
    - Audiologica (audiometria, impedenzometria, potenziali evocati uditivi, VEMPs).
    - Vestibologica (prove caloriche, prove con sedia rotatoria, videooculonistagmoscopia, elettronistagmografia, stabilometria e riabilitazione dei disturbi dell’equilibrio).
    - Trattamento con botulino per paralisi facciali o patologia laringea (disfonia spasmodica)

    La Struttura è inoltre sede del Coordinamento dell’ambulatorio multidisciplinare del PDTA (Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale) per la diagnosi e il trattamento delle neoplasie della regione Testa Collo. L’ambulatorio viene effettuato una volta alla settimana sia per quanto riguardo le prime visite e sia per le visite di follow-up. Le sedute vengono precedute da incontri collegiali a cui partecipano tutti i componenti delle Unità Operative afferenti al PDTA e durante i quali vengono discussi preliminarmente i casi clinici del giorno successivo.
       
    Principali Patologie e trattamenti
    - Chirurgia otologica e otoneurologica: microchirurgia auricolare dell’otosclerosi, otite cronica, dei paragangliomi timpanogiugulari, delle paralisi del facciale.
    - Chirurgia dell’impianto cocleare, trattamento transtimpanico (mediante iniezione di Gentamicina) di acufeni e vertigini. Chirurgia degli impianti cocleari. Chirurgia delle protesi impiantabili (BAHA e Vibrant Soundbridge).
    - Chirurgia del neurinoma dell’ottavo nervo cranico e dei tumori del basi-cranio laterale. La clinica è all’avanguardia mondiale nella chirurgia endoscopica dell’orecchio medio e dell’angolo pontocerebellare, praticate oramai routinariamente.
    - Chirurgia endoscopica del basi-cranio anteriore : per il trattamento degli adenomi ipofisari, dei tumori del clivus e del basicranio anteriore. Presso la nostra clinica è maturata altresì una consolidata esperienza nell’impiego di sistemi di neuronavigazione, applicata ai casi più complessi o nelle recidive.
    - Chirurgia laringologica: vengono eseguiti tutti gli interventi relativi alle patologie benigne e maligne applicando tecniche di microchirurgia endolaringea o di chirurgia oncologica funzionale ricostruttiva e demolitiva. Da alcuni anni, primi in Italia, abbiamo introdotto le tecniche di fonochirurgia finalizzate al miglioramento ed alle modificazioni delle caratteristiche della voce (impiego di Vox-Implants® e acido ialuronico). Vengono infine eseguiti interventi per la risoluzione delle stenosi laringo-tracheali con o senza il posizionamento di “stent” tipo Montgomery.
    - Chirurgia cervico-facciale: concerne il trattamento delle malformazioni congenite del collo, delle neoplasie delle ghiandole salivari, della tiroide, del glomo carotideo e quello delle patologie dei linfonodi cervicali. Si applicano anche tecniche ricostruttive per patologia malformativa e traumatica.
    - Chirurgia oro-faringea: vengono eseguiti di routine interventi alle adenoidi e tonsille ed interventi demolitori allargati al palato, alla tonsilla, alla faringe, alla lingua ed al pavimento della bocca, con o senza resezione mandibolare e ricostruzione con lembi miocutanei o vascolarizzati per il trattamento dei processi neoplastici di questi distretti.
    - Chirurgia rinologica: vengono effettuati interventi sulle fosse nasali e sulla piramide secondo le moderne concezioni morfofunzionali.
    - Chirurgia dei seni paranasali: si utilizzano le tecniche endoscopiche al fine di un trattamento radicale della poliposi nasale, della patologia infiammatoria dei seni paranasali, delle stenosi del dotto lacrimale. Nella patologia neoplastica maxillo-facciale le tecniche microscopiche integrano l’accesso per via esterna consentendo il conseguimento della radicalità dell’intervento e la conservazione estetica.
    - Chirurgia esofagea: è indirizzata principalmente all’asportazione per via endoscopica dei corpi estranei nonché al trattamento dei diverticoli per via cervicotomica.
    - Chirurgia laser : trattamento delle stenosi laringo-tracheali, e dei tumori glottici; applicazione nella chirurgia dell’otosclerosi.

    Attività di Ricerca

    L’attività di ricerca è articolata in varie direzioni: metodologia dell’indagine otoneurologica e della terapia dei disturbi dell’equilibrio; diagnosi e terapia dei disturbi della comunicazione; perfezionamento tecnologico nella chirurgia funzionale dei seni paranasali; sviluppo delle terapie integrate e delle metodiche ricostruttive nella chirurgia oncologica maggiore della testa e del collo; chirurgia endoscopica dell’orecchio medio; chirurga endoscopica del basicranio laterale e della rocca petrosa; chirurgia tiroidea; genetica dell’otosclerosi; chirurgia del rachide cervicale; chirurgia degli spazi parafaringei; chirurgia delle vie lacrimali; management della patologia del nervo facciale.

    Attività Didattica

    Attività didattica rivolta agli studenti del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia e del Corso di Laurea in Odontoiatria e Protesi dentaria, agli specializzandi in Otorinolaringoiatria, ai Medici frequentanti il corso di Medicina Generale, agli studenti del corso di laurea breve in Logopedia, a molti medici stranieri che periodicamente frequentano la nostra Clinica per apprendere tecniche chirurgiche all’avanguardia.


  • Ricovero: informazioni e consigli

    Cosa portare – Cosa comunicare
    Oltre agli effetti personali, è necessario portare un documento di identità e la tessera sanitaria di iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale. I cittadini stranieri, se non hanno la tessera sanitaria, devono portare il permesso di soggiorno e gli estremi della polizza assicurativa che garantisce la copertura della spesa sanitaria.  E’ utile presentare anche la documentazione sanitaria personale, come ad esempio: le copie di cartelle cliniche o le lettere di dimissione di ricoveri precedenti, i referti di esami e accertamenti diagnostici, la documentazione radiologica e i farmaci che si assumono abitualmente.  E’ necessario, inoltre, riferire al personale sanitario l’eventuale presenza di allergie, intolleranze o prescrizioni dietetiche particolari.  Non è consentito l'uso dei cellulari nelle aree di ricovero.
    Oggetti di valore e grosse somme di denaro 
    È consigliabile non portare con sé oggetti di valore o denaro contante, se non quello strettamente necessario. Nei reparti dove è presente, è consigliato l’uso della cassaforte.   L’Ospedale non si assume la responsabilità per eventuali furti o smarrimenti, che devono essere denunciati all’autorità di pubblica sicurezza.
    Gestione delle Protesi Mobili
    I portatori di protesi mobili (dentarie/acustiche) devono comunicare al personale infermieristico l’utilizzo delle stesse. La gestione delle protesi è a carico dell'assistito
    Telefoni cellulari

    I telefoni cellulari in Ospedale possono creare interferenze alle apparecchiature biomediche, pertanto il loro uso è consentito esclusivamente nelle aree di attesa, atri e corridoi o in spazi analoghi.  
    Pasti
    I pasti sono serviti in vassoi termici personalizzati che ne garantiscono l’igiene. È possibile operare una scelta nell’ambito del menù, che prevede ogni giorno piatti diversi; il personale di reparto si informerà sulle preferenze dei pazienti. Dietro prescrizione medica sono garantiti particolari regimi dietetici
    Orari di visita
    Ogni paziente può ricevere visite di parenti ed amici nelle fasce orarie previste. I visitatori non devono sedersi sui letti e, per rispetto nei confronti degli altri degenti, vanno evitate visite di gruppo
    Assenze dal reparto
    Il paziente non può allontanarsi dal reparto. Se ha la necessità o il desiderio di assentarsi temporaneamente, restando comunque all’interno dell’Ospedale, deve avvisare sempre il personale sanitario.
    Wi-Fi 
    All’interno dell’area ospedaliera è possibile collegarsi gratuitamente e senza inserire una password alla rete EmiliaRomagnaWiFi.
    Televisori
    Per attivare i televisori nelle stanze di degenza è possibile rivolgersi al personale infermieristico che fornirà le informazioni necessarie.
    Assistenza religiosa 
    Sono presenti due cappelle per i pazienti di fede cattolica (una nel corpo centrale, ingresso 3, una al Padiglione Beccaria), presso le quali si tengono le funzioni religiose. Un sacerdote quotidianamente visita i degenti e fornisce l’assistenza richiesta. In caso di necessità rivolgersi al personale.   I ricoverati di religioni diverse possono richiedere l’assistenza religiosa; è sufficiente fornire al coordinatore infermieristico le indicazioni per contattare altri ministri di culto.

  • Dimissioni

    La dimissione avviene generalmente dopo le ore 13.00. Per particolari esigenze è possibile concordare un orario differente con il personale medico. Al momento della dimissione è rilasciata la lettera di dimissione da presentare al medico curante. Questa lettera, contiene i principali dati clinici che hanno caratterizzato il ricovero, le eventuali prescrizioni terapeutiche e le date di esami e controlli già programmati.
    Dimissioni protette
    Il personale sanitario, qualora ne ravvisi la necessità, si attiva già durante la degenza per garantire il proseguimento dell’assistenza una volta concluso il ricovero ospedaliero. La dimissione protetta è concordata tra i curanti, i familiari, il medico di medicina generale e i servizi territoriali e può prevedere un intervento a domicilio o un ricovero presso una struttura a carattere riabilitativo e/o residenziale.
    Trasporto in ambulanza
    Le regole aziendali che disciplinano il trasporto in autoambulanza prevedono quali trasferimenti devono considerarsi a titolo gratuito e quali invece a pagamento.  Per eventuali informazioni i cittadini possono rivolgersi al coordinatore infermieristico della degenza
    Ritiro Farmaci
    È possibile ritirare i farmaci prescritti nella lettera di dimissione presso la farmacia interna;   collocata al piano terra vicino alla Cappella e in prossimità dell’ingresso 3 (Policlinico)
    Certificato di ricovero
    Il certificato di ricovero può essere richiesto direttamente al personale di reparto. Dopo la dimissione può essere rilasciato anche dall’ufficio accettazione
    Copia Cartella Clinica
    È possibile chiedere copia della cartella clinica del ricovero all’Ufficio Cartelle Cliniche che si trova nell’atrio centrale (ingresso 1) del Policlinico di Modena.   La copia della cartella clinica può essere richiesta anche attraverso altre modalità consultabili all’indirizzo  www.aou.mo.it
    Punto Unico Accoglienza E Dimissione
    Per facilitare la circolazione dei pazienti nelle fasi di accettazione e dimissione dai reparti in condizione di maggiore comodità e sicurezza, è a disposizione uno spazio protetto che facilita le operazioni di trasferimento senza rischi di esposizione a significative escursioni termiche e con un comodo accesso alle ambulanze e ai mezzi privati dei familiari. All’interno dell’area sono presenti operatori sanitari dedicati. Il punto unico si trova all’ingresso 5 nell’area dell’ex Pronto Soccorso e in prossimità dell’ingresso centrale.
    Volontariato
    Per conoscere le attività e gli interventi delle associazioni di volontariato rivolti ai pazienti e ai loro familiari durante il ricovero, la dimissione o al domicilio, ci si può rivolgere al Punto Unico del Volontariato (PUV) situato a ingresso 2, piano terra (Policlinico)

  • Suggerimenti, reclami ed elogi

    Chi desidera esprimere un suggerimento, un elogio, un reclamo, attivare il Fascicolo Sanitario Elettronico, o chiedere informazioni può rivolgersi all'URP che è situato al piano terra ingresso 1 
    Tel. 059 4222333 dal lun al ven ore 8.00-14.00 | lun, gio: 14.30-17.00
    e-mail all'indirizzo: poliurp@aou.mo.it
    Le segnalazioni possono anche essere inoltrate attraverso il modulo di segnalazione presente nelle cassette collocate nei diversi punti dell'Ospedale.

 

News