1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Percorso Senologico: confermata la certificazione EUSOMA

Al Policlinico +300% delle ricostruzioni mammarie rispetto al 2016

Giovanni Tazzioli
Giovanni Tazzioli

La verifica di accreditamento è giunta nello stesso momento in cui è giunto alla fase conclusiva l’importante progetto di integrazione tra Policlinico ed Ospedale Civile di Baggiovara e nelle stesse settimane in cui il Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale Senologico si è visto confermare - per il triennio 2018-2021, la certificazione dell’European Society of Breast Cancer Specialist (EUSOMA), già ottenuta nel 2016.
Il Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale (PDTA) “ Senologico” dell’ospedale modenese è stato certificato dell’European Society of Breast Cancer Specialist (EUSOMA ), il massimo organismo scientifico europeo che si occupa del tumore al seno, dopo un’analisi a 360° che ha riguardato l’organizzazione, la casistica e le competenze professionali e che è stata svolta, in un intervallo di tempo di 6 mesi, da alcuni dei più importanti esperti del settore a livello europeo e internazionale.
La certificazione EUSOMA attesta la presenza a Modena di una Breast Unit, cioè un’unità integrata per la lotta al tumore al seno che garantisce un approccio multidisciplinare che coinvolge specialisti di tutte le discipline previste : chirurgia senologica, chirurgia plastica e ricostruttiva, oncologia, radiologia, radioterapia, anatomia patologica, medicina nucleare, fisioterapia e attività psico-sociale, col supporto della Direzione sanitaria, della Direzione Professioni sanitarie e del Servizio Assicurazione Qualità. Sono i vari specialisti a mettersi a disposizione dell’assistita per offrire un intervento tempestivo e integrato.
Uno dei punti di forza dell’organizzazione del Policlinico è stato anche l’aumento del 300% delle ricostruzioni mammarie, insieme alla ormai consolidata integrazione tra le varie componenti professionali per garantire alle pazienti un percorso sempre più fruibile e strutturato. L’integrazione del personale, soprattutto per il contributo di assistenza infermieristica, riabilitativa e psicologica, è un requisito fondamentale per il corretto funzionamento della Breast Unit multidisciplinare. Altro aspetto decisivo della certificazione è stata la presenza di una casistica di alto livello per quantità e difficoltà. “La verifica di quest’anno – ha commentato il prof. Giovanni Tazzioli, Responsabile della Breast Unit modenese – è stata ancora più severa di quella del 2016. Questo è avvenuto perché lo spirito dell’EUSOMA è quello di accompagnare le strutture in un continuo miglioramento a beneficio dei pazienti. Confermarsi è sempre difficile, migliorarsi lo è ancora di più. Per questo la soddisfazione è molta.”