1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

L'Azienda Ospedaliero - Universitaria a Modena a Smart Life

Due panel organizzati dall'AOU: Fake News e rapporto tra Intelligenza Artificiale e Salute

L'Azienda Ospedaliero - Universitaria a Modena a Smart Life

L'Azienda Ospedaliero - Universitaria di Modena ha partecipato alla quarta edizione di Modena Smart Life il Festival della cultura digitale che, con il titolo “Siamo evoluzione tecnologica”, si è svolto tra il 27 e il 29 settembre con iniziative, conferenze e installazioni per mostrare concretamente come le innovazioni cambiano la nostra vita, il lavoro e i saperi. Il Festival è promosso dal Comune di Modena insieme a Fondazione San Carlo, Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, Democenter e Laboratorio Aperto di Modena con il sostegno di Bper Banca e la partecipazione di Vodafone.
Dalla stampante 3D agli assistenti digitali come Siri, Alexa o Cortana; dall’utilizzo dei Big Data al gioco sull’intelligenza artificiale che si è svolto durante il Festivafilosofia sulla persona, fino alle iniziative in programma a Modena Nerd. Sono gli appuntamenti che, dai primi giorni di settembre, rappresentano le anteprime alla quarta edizione di Modena  Smart  Life.

L’attenzione alla salute, tra fake news sul web e intelligenza artificiale, è stato uno dei temi trasversali che ha caratterizzato l’edizione 2019 di Modena Smart Life, il Festival della cultura digitale quest’anno dedicato a “Siamo evoluzione tecnologica”. L'Azienda Ospedaliero - Universitaria di Modena ha partecipato con due eventi:
Venerdì 27 settembre (ore 11, Galleria Europa) c'è stata la tavola rotonda promossa dall’Azienda ospedaliera universitaria di Modena “Doctor web: fake news e salute”, una vera e propria guida per difendersi dalle notizie false, le bufale, al tempo dei social media. Tra i temi in discussione “Internet e i vaccini” con Andrea Cossarizza, “I Genitori informati dal web: pro e contro” con Lorenzo Iughetti, “Fake news e oncologia” con Michela Maur, “Fake news e cellule staminali” con Michele De Luca, “Come si costruisce una Fake news: il caso stamina” con Stefania Bettinelli; modera il giornalista Nelson Bova.

Sabato 28 settembre (ore 15, Galleria Europa) si è parlato di “Intelligenza artificiale e salute” con Gabriele Guidi, Mario Lugli, Athos Borghi, Dante Comelli che hanno discusso dell’impatto della tecnologia nella diagnosi, nella cura e nel rapporto col paziente: potenzialità, problemi e sviluppi. Ha moderato la giornalista Federica Galli.
Sempre sabato, ma alle 18, alla Biblioteca Delfini, il professor Federico Cabitza, docente di Interazione uomo-macchina all’Università di Milano-Bicocca, ha dialogato sul tema “Robot dottori o dottori robot? Intelligenza Artificiale in medicina” con Simone Calderara, docente al Dipartimento di Ingegneria Enzo Ferrari (UniMoRe).

 

La Gallery della due giorni "Smart"

Fake News e SaluteIntelligenza artificale e SaluteIl Pubblico della Sala EuropaLa troupe dell'AOU all'Opera