1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Policlinico di Modena
 
Versione stampabile della pagina
Contenuto della pagina

Policlinico NewsLetter. Anno 2 n. 6

NEWS - Conferma EUSOMA

Giovanni Tazzioli
Giovanni Tazzioli

Nel luglio 2016 la Breast Unit del Policlinico ha ottenuto la prestigiosa certificazione EUSOMA che ha collocato il nostro ospedale tra i primi 25 centri europei per la diagnosi e la cura del tumore al seno possono.

"Ottenere la certificazione EUSOMA – aveva spiegato allora il prof. Giovanni Tazzioli, Responsabile della Struttura di Chirurgia Oncologica e Senologica e del Percorso Senologico –  non è un punto di arrivo ma dell’inizio i un percorso che ci vedrà costantemente monitorati dal punto di vista del mantenimento dei requisiti. La certificazione è quindi un riconoscimento del nostro lavoro e di uno sprone a fare sempre meglio per le nostre pazienti.”

Il percorso ha avuto un'altra significativa tappa il 25 novembre 2016 con la prima revisione del percorso svolta dalla commissione EUSOMA. I commissari hanno confermato i requisiti della Breast Unit del Policlinico effettuando alcuni rilievi e segnalando elementi qualificanti nell'ottica di un continuo miglioramento.

 

Raccomandazioni

La commissione ha raccomandato di iniziare sempre il trattamento primario entro le quattro settimane e di aumentare il numero di biopsie del nodulo al fine di farla diventare la tecnica preferita per lo studio del tumore mammario primario.
L'iter diagnostico dovrebbe concludersi in una sola visita.

Osservazioni

La Commissione ha raccomandato la sostituzione di due strumenti tecnici Acuson Sequoia del 2006 con apparecchiature più moderne. Ha suggerito che durante il meeting multidisciplinare sia il radiologo e non il patologo a presentare le immagini radiologiche e una rendicontazione più dettagliata della clinical competence dell'anatomo-patologo.

Aspetti positivi

Il gruppo di verifica ha apprezzato l'integrazione dei requisiti EUSOMA con il Sistema di Gestione per la Qualità sviluppato in Azienda e la realizzazione in un tempo breve del progetto di miglioramento relativo all’organizzazione dell’assistenza infermieristica a favore delle pazienti che accedono al percorso. Anche la discussione vivace degli specialisti durante il Meeting Multidisciplinare è considerata un punto qualificante anche perché il risultato viene subito inserito nel database e disponibile a tutti i partecipanti. Molto apprezzata è la collaborazione e cooperazione tra i membri del team e il loro impegno costante a migliorare i percorsi e le cure.