1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
 
Versione stampabile della pagina
Contenuto della pagina

Ortopedia, il prof. Catani nominato presidente della Società Europea del Ginocchio per il 2020

La prestigiosa società scientifica ha un centinaio di iscritti, i migliori chirurghi del ginocchio a livello europeo

Fabio Catani
Fabio Catani

Modena è tra i punti di riferimento a livello europeo per la chirurgia protesica del ginocchio. Il Prof. Fabio Catani di UNIMORE, Direttore SC dell'Ortopedia e Traumatologia del Policlinico, è stato nominato per il 2020 presidente della European Knee Society (EKS), la Società Europea del Ginocchio, di cui è uno dei fondatori. La nomina è avvenuta durante il convegno annuale che si è tenuto a Londra il 5 e 6 dicembre scorso. La Società è nata nel 2015 con lo scopo di unire i più noti esperti europei nella chirurgia del ginocchio e nell'artroplastica del ginocchio . La Società unisce un centinaio di esperti da tutta Europa , con l'obiettivo di approfondire e di consolidare le conoscenze più avanzate nello studio delle malattie degenerative del ginocchio e dei trattamenti più innovativi nella chirurgia protesica.
"Scopo della Società - ricorda il prof. Catani - è di promuovere e di realizzare un ambito scientifico e clinico ad altissimo livello per educare e formare i chirurghi ortopedici europei con linee guide basate su progetti di ricerca sviluppate a dimostrare le evidenze scientifiche dell'applicazione delle più recenti tecniche diagnostiche e terapeutiche. Questa attività è rivolta con particolare attenzione alle nuove generazioni di chirurghi.   Per questo motivo la nostra Società favorisce la creazione di collaborazioni internazionali soprattutto con le Società Europee come la EFORT, le Società Nazionali, e con Società prestigiose come la nostra omologa americana, l'American Knee Society, di cui faccio parte."
Il Policlinico è tra i nove centri europei che partecipano al programma di Formazione itinerante ("Travelling Fellowship") organizzato dall'EKS, per favorire la formazione dei giovani ortopedici nei migliori centri continentali. Il Policlinico è stato scelto insieme a Firenze, Lione e Leuven (F), Okford e Londra (UK), Stoccarda (D), Berna e Winterthur (CH). Recentemente la European Federation of Orthopaedic and Traumatology Associations, che racchiude tutte le Società nazionali Europee Ortopediche ha selezionato Modena assieme ad altri due centri europei in Inghilterra e Germania come centro formativo con una "Travelling Fellowship" sulla chirurgia robotica della chirurgia protesica di anca e ginocchio. L'Ortopedia e Traumatologia del Policlinico di Modena ogni anno esegue oltre 250 interventi di chirurgia protesica robotica operando pazienti affetti da patologie degenerative dell'anca e del ginocchio. Attività chirurgica iniziata nel 2014. Il Policlinico di Modena è l'unica realtà italiana ospedaliero-universitaria che si è dotata di questa tecnologia. L'attività clinica e chirurgica è stata oggetto di studi scientifici pubblicati in riviste internazionali che hanno permesso di dimostrare come la chirurgia robotica sia in grado di aumentare in modo significativo l'accuratezza del posizionamento delle componenti protesiche, di migliorare la soddisfazione e i risultati clinici dei pazienti.  Nel corso del 2020 gli impegni della Società Europea saranno rivolti ad organizzare convegni congiunti con la EFORT a Vienna, con la Società Indiana e con la Società Asiatica di Chirurgia del Ginocchio. Nel 2021 avremo l'onore di essere parte del congresso nazionale Giapponese.