Policlinico di Modena

  1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
  5. Footer
Azienda Ospedaliera-Universitaria di Modena
Emergenza COVID19
 
Versione stampabile della pagina
Contenuto della pagina

5 ottobre, dieci anni del Centro Nascita Naturale

Un seminario organizzato al Policlinico, un video prodotto dall’Azienda per raccontare a tutte le future mamme questa opportunità di parto

Grande festa, mercoledì 5 ottobre 2016 , per celebrare i dieci anni di attività del Centro Nascita Naturale del Policlinico di Modena. Alle ore 17,00, nell’aula P01 del Centro Servizi della facoltà di Medicina e Chirurgia (via del Pozzo 71, zona Policlinico) si svolgerà un seminario che ripercorrerà la storia del Centro. Saranno presenti Fabio Facchinetti, Direttore S.C. Ostetricia e Ginecologia, Giuliana Urbelli , Assessore alla Coesione sociale, Sanità, Welfare, Integrazione e Cittadinanza, Maria Vicario , Presidente della Federazione Nazionale dei Collegi delle Ostetriche, Silvana Borsari , Direttore UOC Consultori Familiari Azienda USL di Modena, Loredana Dalla Valle , Presidente del Collegio delle Ostetriche di Modena. Molto importante sarà il momento in cui le mamme racconteranno la loro esperienza. Sarà proiettato un video di circa 7 minuti, realizzato dal Policlinico dove sarà raccontata l’esperienza del Centro Nascita.

Il Centro Nascita – spiega la dottoressa Isabella Neri , Responsabile del Centro Nascita - è situato all’interno del policlinico di Modena ed è gestito esclusivamente dalle ostetriche. Il suo scopo è offrire un ambiente intimo e protetto dove le donne con gravidanza fisiologica, possono partorire, nel rispetto dei loro tempi, senza interventi medici”. La presa in carico della donna avviene alla trentaseiesima settimana di gestazione. “E’ importante la motivazione che porta i futuri genitori a scegliere un percorso che non prevede l’utilizzo di farmaci ed interventi medici” aggiunge Maria Cristina Galli , Coordinatrice del personale ostetrico - Per quanto riguarda il contenimento del dolore vengono utilizzati esclusivamente metodi non farmacologici. Durante il travaglio vengono rispettati i tempi fisiologici, le posizioni alternative, la libertà di movimento. Al momento della nascita il neonato viene posto tra le braccia della mamma evitando il taglio immediato del cordone ombelicale”.

Il neonato rimane a contatto pelle a pelle con la mamma, favorendo l’allattamento precoce al seno, in modo da proteggere e non disturbare il primo legame tra madre bambino coinvolgendo anche il padre. Dal 2006 sono quasi 4.000 le donne che si sono rivolte al Centro Nascita per partorire. Età, target ecc. “Il Centro Nascita – conclude il prof. Fabio Facchinetticostituisce una interessante opportunità per assaporare in pieno l’emozione del parto, con meno stress per genitori e bambino, in tutta sicurezza. La collocazione del Centro, infatti, nel cuore dell’area parto consente in caso di sia necessario di recarsi in sala parto in pochi istanti.” Al Policlinico di Modena è possibile effettuare il parto a basso ed alto rischio, quello naturale e sono offerte varie soluzioni per contenere il dolore. L’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena costituisce il primo punto nascita della provincia con circa 3.000 parti l’anno.

 
 
 
Footer