Torna a inizio pagina

Policlinico di Modena

  1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
  5. Footer
Azienda Ospedaliera-Universitaria di Modena
Emergenza COVID19
 
Versione stampabile della pagina
Contenuto della pagina

ADMO dona 5 tablet all'AOU di Modena

20 device donati agli ospedali della Regione

ADMO dona 5 tablet all'AOU di Modena

ADMO Emilia-Romagna ha donato 5 tablet all’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena per l’emergenza COVID19 . La donazione fa parte di un progetto più ampio che coinvolge altri ospedali della Regione con 20 tablet per permettere ai pazienti isolati di comunicare con coloro che, con preoccupazione e speranza, li aspettano a casa con l'auspicio che ciò possa dare ai pazienti quella forza necessaria al fine di poter superare il periodo critico della malattia. I nuovi tablet integrano e potenziano la dotazione di device forniti dalla Regione Emilia – Romagna tramite Lepida.
Da sempre ADMO Emilia - Romagna è vicina a tutte le persone colpite da patologie oncoematologiche obbligate a vivere le proprie giornate in Ospedale lontani dai loro affetti – ha spiegato Rita Malavolta presidente di ADMO Emilia – Romagna - Ed è proprio da questa dolorosa esperienza di isolamento e solitudine che contraddistingue il lungo periodo di cura e trapianto di midollo osseo di coloro che sono colpiti da patologie del sangue, come per esempio la leucemia, che ADMO Emilia-Romagna ha deciso di unirsi alla battaglia contro il Coronavirus cercando di alleviare il periodo di degenza delle tante persone ricoverate.
I device, dopo confronto ed approvazione del Commissario regionale per l'emergenza dott. Sergio Venturi e dei direttori degli ospedali destinatari, sono stati consegnati all'Ospedale Infermi di Rimini , all'Ospedale di Lugo, all'Azienda Ospedaliero Universitaria Policlinico Sant'Orsola Malpighi di Bologna e all'Azienda Ospedaliero Universitaria di Modena.
A Modena, i tablet verranno utilizzati anche dai medici specialisti ad effettuare le visite ed i controlli e monitoraggi costanti a distanza dei pazienti positivi al coronavirus in quarantena presso le loro abitazioni.
Nella foto: Ing. Mario Lugli Policlinico di Modena, Luca Nadalini Consigliere ADMO Emilia - Romagna e Responsabile ADMO Sede Operativa di Modena, Rita Malavolta Presidente ADMO Emilia - Romagna e Presidente ADMO Federazione Italiana

 
 
 
 
Footer