1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Emergenza COVID19
 
Versione stampabile della pagina
Contenuto della pagina

Stroke Unit, l’Associazione ALICe dona un ventilatore alla Neurologia dell’Ospedale Civile di Baggiovara

Acquistato grazie a una donazione di 7.000 euro, consente di far fronte alle problematiche respiratorie nelle prime e più critiche fasi di degenza

Stroke Unit, l’Associazione ALICe dona un ventilatore alla Neurologia dell’Ospedale Civile di Baggiovara

È stato consegnato proprio nei giorni scorsi, già collaudato e pronto all’uso, il primo ventilatore per ventilazione non invasiva della Stroke Unit di Baggiovara, acquistato grazie alla donazione di ALICe Modena ODV, l’associazione per la lotta contro l’ictus cerebrale, che ha elargito una somma di 7000€ per l’acquisto di apparecchiature per la Neurologia/Stroke Unit dell’Ospedale Civile di Baggiovara. Il dispositivo è stato consegnato da Milena Cavazzuti, Presidente di ALICe Modena ODV, al dottor Guido Bigliardi, responsabile della Stroke Unit, attiva in seno alla Neurologia, diretta dal prof. Stefano Meletti.Ad accoglierli anche la dottoressa Sara Scanavini della Direzione Sanitaria, Francesca Rosafio (Neurologo), Alessandra Mastria (Infermiere della Neurologia-Stroke Unit), Riccardo Ricceri (Neurologo), Ignazio Ambla (Coordinatore infermieristico Neurologia), Stefano Garifo (infermiere Neurologia-Stroke Unit).
Il ventilatore, Philips Respironics V60, servirà per i pazienti con ictus acuto sia ischemico che emorragico, con problemi respiratori acuti, per far fronte alle problematiche respiratorie nelle prime fasi della degenza, che sono quelle più critiche per questa tipologia di pazienti.

Molto spesso – spiega il dott. Guido Bigliardii pazienti con ictus ischemico o con emorragia cerebrale in fase acuta, in particolare quei pazienti con pre-esistenti condizioni morbose che inficiano le vie aeree, vanno incontro a problematiche respiratorie che se non gestite adeguatamente portano inevitabilmente al peggioramento clinico, e talvolta anche al trasferimento presso reparti di terapia intensiva, con prolungamento dell’ospedalizzazione e conseguente peggioramento della prognosi. Il nuovo ventilatore consente proprio una gestione ottimale di queste prime e delicate fasi, fornendo un supporto ventilatorio ai pazienti più gravi colpiti da ictus acuto".
NELLA FOTO: Sara Scanavini (Direzione Sanitaria), Francesca Rosafio (Neurologo), Alessandra Mastria (Infermiere Neurologia-Stroke Unit), Guido Bigliardi (responsabile della Stroke Unit), Riccardo Ricceri (Neurologo), Milena Cavazzuti (ALICe), il Stefano Meletti (Direttore Neurologia). Ignazio Ambla (Coordinatore infermieristico Neurologia); accasciato Stefano Garifo (infermiere Neurologia-Stroke Unit).

 
Il dottor Bigliardi con la dottoressa Cavazzuti
Il dottor Bigliardi con la dottoressa Cavazzuti

"La gestione del paziente con ictus ischemico è sempre stata uno dei capisaldi del nostro approccio - ha aggiunto il prof. Stefano Meletti- a partire dalle primissime fasi di ospedalizzazione, fino alla fase post acuta riabilitativa; questa ultima donazione aggiunge un ulteriore tassello all'opera di costante miglioramento che è obiettivo quotidiano di tutti gli operatori".  
"La nostra Associazione - ha commentato la dottoressa Milena Cavazzuti, Referente per A.L.I.Ce. Modena ODV - è attiva da anni nella lotta all'ictus cerebrale con attenzione sia alla prevenzione che alla fase acuta e alla fase post ictus. Abbiamo deciso di donare alla Stroke Unit dell'Ospedale di Baggiovara un respiratore BPAP utile per affrontare i problemi respiratori dei pazienti con ictus grave in fase acuta, evitando trasferimenti in terapia intensiva, o con patologie respiratorie preesistenti e spesso concausa dell'ictus. Nostra intenzione è anche ringraziare di cuore tutto il personale sanitario che in questa emergenza Covid è riuscito ad assicurare una assistenza adeguata a tutti, con grande sforzo organizzativo e umano".

 
Il dottor Bigliardi con il nuovo ventilatore
Il dottor Bigliardi con il nuovo ventilatore

Anche quest'anno, la Neurologia è stata premiata con il premio Gold dell'ESO-ANGELS Awards, che gratifica i centri più virtuosi e più rapidi nella gestione dell'ictus ischemico acuto.
Nel 2019 sono state 181 le trombolisi endovenose effettuate dalla Stroke Unit di Baggiovara per i pazienti con ictus ischemico, e ben 174 le trombectomie meccaniche endovascolari, incrementate di circa il 30% rispetto all'anno precedente.
Va ricordato che l'Ospedale Civile di Baggiovara è Hub (centro di riferimento) per le due provincie di Modena e di Reggio Emilia per i trattamenti endovascolari nell'ictus ischemico acuto, coprendo un bacino di più di 1.200.000 persone.