Policlinico di Modena

  1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
  5. Footer
Azienda Ospedaliera-Universitaria di Modena
Emergenza COVID19
 
Versione stampabile della pagina
Contenuto della pagina

COVID19, la situazione all’AOU di Modena

8 ricoveri al Policlinico, tutti in degenza ordinaria. In Provincia la Variante Delta è al 51%. L’età media dei ricoverati è circa 60 anni

Monica Pecorari
Monica Pecorari

Continua l’appuntamento consueto con il bollettino settimanale contenente le principali attività organizzative e sanitarie dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena in riferimento alla gestione dell’emergenza COVID-19.
 
Situazione ricoveri

Rimangono complessivamente stabili i ricoveri in Azienda Ospedaliero - Universitaria, che oggi sono 8, tutti in degenza ordinaria, tutti al Policlinico. Da qualche giorno è vuoto anche l’HUB COVID di Terapia Intensiva del Policlinico.  A proposito del dato sulla Terapia intensiva è utile una precisazione al fine di comprendere i dati. L’HUB COVID del Policlinico è chiuso perché anche gli ultimi pazienti da tempo ricoverati al suo interno si sono negativizzati. Uno di questi, però, è ancora ricoverato in Terapia Intensiva non-COVID perché, pur negativo, è grave. Altri pazienti, portano comunque le a lungo termine del virus, a prescindere dall’età (Long Covid).
 
L’età media degli 8 pazienti ricoverati è di circa 60 anni. Tra i 8 pazienti ricoverati, 3 risultano positivi alla variante Delta, 1 dalla variante inglese, per due pazienti la carica virale è troppo bassa per poter tipizzare la variante, per gli altri i test sono in corso.
 
Varianti circolanti sul territorio provinciale (dato aggiornato al 22.07.2021)
 
Dato provinciale. Ad oggi, nella nostra provincia sono stati riscontarti 560 ceppi virali varianti e tra questi 140 sono i ceppi di variante inglese corrispondente al 25%, 102 i ceppi di variante brasiliana corrispondente al 18%, 286 i ceppi di variante indiana (delta) corrispondente al 51%, 4 i ceppi di variante colombiana corrispondente al 1%. Restano 4 i
ceppi di variante nigeriana corrispondenti al 1% e 24 i ceppi lineage B.1.1.420 corrispondente al 4%. Dal mese di giugno non sono più stati riscontrati ceppi virali non variante. 

 
 
 
 
Footer