1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
 
Versione stampabile della pagina
Contenuto della pagina

Identificata sindrome paraneoplastica, lo studio su Neurology

Condotto dal prof. Carlo Salvarani, docente Unimore e principal investigator della statunitense Mayo Clinic

Carlo Salvarani

Uno studio pubblicato sulla prestigiosa rivista scientifica Neurology, condotto dal prof. Carlo Salvarani, docente Unimore e principal investigator della statunitense Mayo Clinic, identifica e caratterizza una sindrome paraneoplastica che associa linfoma e vasculite. Lo studio ha indagato la storia clinica di circa 1000 pazienti curati presso la Mayo Clinic negli ultimi trent’anni.
Pubblicato su Neurology, importante rivista scientifica dell'American Academy of Neurology,uno studio dal titolo Primary central nervous system vasculitis associated with lymphoma,condotto dal prof. Carlo Salvarani, docente Unimore e principal investigator della statunitense Mayo Clinic, che identifica e caratterizza una nuova sindrome paraneoplastica.
Lo studio multidisciplinare della Mayo Clinic, istituzione di riferimento internazionale nell’ambito medico e delle patologie reumatiche in particolare, presso cui il prof. Salvarani è stato recentemente chiamato a ricoprire l’Edward W. Boland Rheumatology Named Visiting Professorship,descrive e tipizza una nuova sindrome paraneoplastica neurologica, caratterizzata da una vasculite cerebrale che compare ed è diagnosticata contemporaneamente al linfoma (prevalentemente linfoma di Hodgkin), suggerendo, quindi, che alla base dello scatenamento della vasculite ci sia un meccanismo immunologico paraneoplastico.
L’identificazione e caratterizzazione di tale disordine paraneoplastico è avvenuta valutando la storia clinica di circa 1000 pazienti con ogni tipo di vasculite e linfoma, visti alla Mayo Clinic in un periodo di 32 anni, comparando i pazienti con vasculite isolata cerebrale che associavano linfoma a quelli con vasculite isolata cerebrale senza linfoma, identificati, sempre alla Mayo Clinic, in un periodo di 29 anni.
A causa di un meccanismo, non ancora chiaro ai ricercatori - ha spiegato il prof. Carlo Salvarani- il tumore "scatena" in alcuni pazienti una reazione immunologica, probabilmente innescata da antigeni condivisi tra tumore e cervello, che determina una vasculite cerebrale. La cura del tumore rappresenta quindi anche la cura della vasculite. Tale articolo dà un importante messaggio clinico: il riconoscimento di tale nuova sindrome paraneoplastica è di grande importanza poiché la ricerca e la cura del sottostante linfoma possono risolvere la vasculite”.

 

Carlo Salvarani

Reggiano, classe 1954, si è laureato in Medicina a Parma nel 1980, specializzandosi poi in Medicina Interna e, a Ferrara in Reumatologia. E’ docente Unimore, Direttore della Struttura Complessa di Reumatologia dell’Azienda USL-IRCCS di Reggio Emilia e della Struttura Complessa di Reumatologia dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Modena.  Membro del European Vasculitis Society (EUVAS), del American College of Rheumatology (ACR) e di vari altri gruppi di interesse reumatologico nazionali e internazionali, è autore di 468 pubblicazioni sulle più prestigiose riviste di reumatologia, medicina interna e genetica, alcune delle quali ad alto IF come Lancet, New England Journal of Medicine, Annals of Internal Medicine, and Nature Genetics. E’ autore di 5 review articles ad invito (di cui 4 come primo nome) su Lancet e New England Journal of Medicine. Il suo H-index è di 71. E’ ed e’ stato nell’Editorial Board di alcune delle più importanti riviste di reumatologia come Arthritis Care and Research, Current Opinion in Rheumatology, Rheumatic & Musculoskeletal Diseases (Open EULAR journal), Clinical and Experimental Rheumatology, and Expert Review of Clinical Immunology. Dal 1993 il prof. Salvarani collabora come “Visiting Clinician” con le Divisioni di Reumatologia e Neurologia della prestigiosa Mayo Clinic dove è principale investigatore di progetti di ricerca sulle vasculiti. Due di questi progetti, rispettivamente sulla arterite a cellule giganti/polimialgia reumatica e sulla vasculite isolata del sistema nervoso centrale, hanno avuto particolare rinomanza nella comunità scientifica internazionale, poiché hanno definito lo spettro clinico e la terapia di tali condizioni.   Riferimenti: Primary central nervous system vasculitis associated with lymphoma, Carlo Salvarani, MD, Robert D. Brown Jr, MD, MPH, Teresa J.H. Christianson, BS, John Huston III, MD, Stephen M. Ansell, MD, Caterina Giannini, MD, and Gene G. Hunder, MD Neurology®  February 2, 2018.