1. Contenuto della pagina
  2. Inizio pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
  5. Footer

Policlinico di Modena

Azienda Ospedaliera-Universitaria di Modena
Emergenza COVID19
Contenuto della pagina

Comitato Unico di Garanzia

Comitato Unico di Garanzia

La legge 4 novembre 2010 n. 183 ha disposto, per le pubbliche amministrazioni, l’obbligo di costituire, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica il 'Comitato unico di garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni' che sostituisce, unificando le competenze in un solo organismo, i Comitati per le pari opportunità ed i Comitati paritetici sul fenomeno del mobbing. Il Comitato unico di garanzia (CUG) contribuisce all’ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico nell'obiettivo di migliorare l’efficienza delle prestazioni garantendo, nel contempo, un ambiente di lavoro caratterizzato da rispetto dei principi di pari opportunità e dal contrasto di qualsiasi forma di discriminazione e di violenza morale o psichica per i lavoratori. Successivamente, con la direttiva del marzo 2011, il ministro per la Pubblica amministrazione e l’innovazione ed il ministro per le Pari opportunità hanno fornito le linee guida sulle modalità di funzionamento e sui criteri di composizione dei Comitati unici di garanzia. Il CUG dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena è costituito in forma paritetica da 12 componenti effettivi e 12 supplenti scelti fra il personale dell’Amministrazione e da 12 componenti effettivi e 11 supplenti nominati dalle organizzazioni sindacali. Esercita compiti propositivi, consultivi e di verifica nell’ambito delle competenze che la legge, i contratti collettivi e le altre disposizioni stabiliscono.

 

Indagine regionale su violenza e discriminazione

La Regione Emilia-Romagna riconosce il diritto all'autodeterminazione di ogni persona in ordine al proprio orientamento sessuale e alla propria identità di genere, perseguendo politiche e programmi che garantiscano la libertà di espressione e che prevengano ogni forma di discriminazione e violenza nei confronti delle persone LGBTQI+. È in tale ottica che è stato ritenuto utile predisporre un questionario rivolto alle persone LGBTQI+ che abitano in Emilia-Romagna e che si pone l'obiettivo di indagare il loro rapporto con la violenza e la discriminazione in alcuni ambiti rilevanti della vita.
Le domande sono state messe a punto anche grazie al contributo delle associazioni LGBTQI+ e dei servizi pubblici che sono coinvolti nel progetto, proprio al fine di rendere quanto più significativa la raccolta di dati. Le risposte sono anonime e il diritto alla riservatezza è garantito nel pieno rispetto del DL 101 del 10 agosto 2018. È possibile compilare il questionario fino al 9 ottobre 2022.

 

La certificazione della parità di genere in Italia

Giovedì 27 ottobre alle ore 17:30 si terrà a distanza il
seminario dal titolo La
certificazione della parità di genere in Italia
. Introducono
e coordinano l’incontro la prof.ssa Tindara Addabbo, coordinatrice del progetto
GE&PA Gender Equality and
Public Administration
, e la dott.ssa Daniela Carlà di Noi Rete
Donne.

Il progetto
è approvato e cofinanziato dalla Regione Emilia Romagna.

Il programma completo e il modulo di iscrizione sono
disponibili nella pagina dedicata all’evento sul sito del progetto:
https://www.progettogepa.unimore.it/attivita/la-certificazione-della-parita-di-genere-in-italia/

 

Documentazione

 

Relazioni annuali

 
 
 
Footer
Torna a inizio pagina