1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Policlinico di Modena
Contenuto della pagina

Struttura Complessa di Ematologia

Direttore prof. Mario Luppi


Dove Siamo

Degenza  ingresso 33, 3° piano ascensori 60/61/62/63/64 scala CA
Day Hospital  ingresso 33, 1° piano ascensori 60/61/62/63/64 scala CA
Unità di Trapianti di Midollo (UTM)  ingresso 33, 2°piano, ascensori60/61/62/63/64 scala CA
Ambulatori specialistici  Terapia Anticoagulante ingresso 3, 4° piano ascensori 67/68 scale E/F

Telefoni

Informazioni  059 4223200 da lun a ven: 8.00-18.00 | sab: 8.00-13.00

Orari

Visite degenti
Degenza: da lun a dom: 7.00-9.00; 12.00-20.00
UTM: da lun a dom: 13.00-14.00; 18.00-20.00
Day Hospital: da lun a ven: 7.00-19.00 | sab 7.00-13.00
Ricevimento Medici
da lun a ven: 13.00-20.00
Ricevimento Coordinatore infermieristico
su appuntamento
Orario pasti
Colazione: 7.00-8.00
Pranzo: 12.00-13.00
Cena: ore 17.30-18.30

  • Staff

    Andrea Berti Coordinatore Infermieristico
    Paola Bresciani Medico
    Elisabetta Colaci Medico
    Valeria Coluccio Medico
    Angela Cuoghi Medico
    Valeria Fantuzzi Medico
    Fabio Forghieri Medico
    Giovanna Leonardi Medico
    Monica Maccaferri Medico
    Roberto Marasca Medico
    Marco Marietta Medico
    Monica Morselli Medico
    Franco Narni Medico
    Ambra Paolini Medico
    Leonardo Potenza Medico

  • Di cosa ci occupiamo

    Attività di assistenza
    L’attività della Struttura di Ematologia è rivolta allo studio, alla diagnosi ed alla terapia delle malattie del sangue, sia di natura neoplastica che non neoplastica, e si articola in quattro fasi fondamentali, tra loro strettamente collegate: la degenza, l’unità trapianti, il Day Hospital (DH) e l’ambulatorio. La maggior parte dei ricoveri in regime di degenza è costituita da pazienti affetti da leucemia acuta mieloide e linfoide (80%); circa un quarto dei ricoveri è invece costituito da pazienti affetti da altra patologia ematologica neoplastica (pazienti affetti da linfoma non Hodgkin ed Hodgkin, mieloma multiplo, malattie mieloproliferative, che necessitano di chemioterapia non effettuabile in regime di day hospital, o che presentano complicanze non neoplastiche (aplasia midollare, patologia emocoagulativa). La cura delle emopatie maligne ed in particolare delle leucemie acute si articola in una complessa strategia terapeutica che comprende: 1) la chemioterapia d’induzione della remissione completa e 2) la fase di terapia post-remissione, nel cui contesto si inseriscono le procedure di trapianto di midollo osseo/cellule staminali periferiche, sia autologo che allogenico da donatore consanguineo, da donatore non consanguineo (da registro) e da donatore consanguineo compatibile al 50%, cioè padre, madre, fratello o cugino del paziente, (trapianto aploidentico). Nell’ambito della degenza ordinaria si svolgono: 1) le fasi di completamento diagnostico (grazie alla stretta ed efficiente collaborazione con il laboratorio centralizzato di analisi, il laboratorio di cito-istologia, biologia cellulare, biologia molecolare e citogenetica); 2) le fasi di chemioterapia d’induzione e consolidamento, con eventuale mobilizzazione e raccolta delle cellule staminali periferiche e il trattamento delle complicanze (per esempio infezioni). L’Unità Operativa Semplice di Trapianto di Midollo Osseo e Staminali Periferiche (UTM) è dedicata alla realizzazione delle procedure di trapianto autologo ed allogenico specialmente dei pazienti con leucemia acuta, mieloma multiplo, linfomi Hodgkin e non Hodgkin.  Il Programma Trapianti di cellule staminali emopoietiche del Policlinico dal 17 settembre 2015 è stato formalmente accreditato dal JACIE per il trapianto di cellule staminali emopoietiche (CSE) autologhe e allogeniche nel paziente adulto.
    Attività di didattica
    Il personale medico svolge attività didattica e tutoriale per gli studenti del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia e per gli specializzandi della scuola di specializzazione in Malattie del Sangue. Il personale infermieristico svolge attività tutoriale per gli studenti del Corso di Laurea in Infermieristica dell’Università di Modena e Reggio Emilia – sede di Modena. 
    Attività di ricerca
    L’attività di ricerca si articola in due fasi principali: 1) una fase di ricerca clinica e 2) una fase di ricerca biologica, di tipo traslazionale, orientata all’attività clinica. La ricerca clinica viene attuata nell’ambito di studi sperimentali multicentrici, profit e non profit, di tipo terapeutico, che fanno prevalentemente capo a: Gruppo Italiano Malattie Ematologiche dell’Adulto (GIMEMA), European Organization for Research and Treatment of Cancer (EORTC), European Society for Blood and Marrow Transplantation, Fondazione Italiana Linfomi (FIL), Gruppo Italiano Trapianto di Midollo (GITMO). La ricerca clinica è incentrata sia sulla sperimentazione di nuovi farmaci che su nuove modalità di intervento non farmacologico, con speciale riferimento alla terapia di supporto/palliativa precoce. La ricerca biologica che si svolge nei Laboratori di Ematologia si concentra:
    1) sullo studio della biologia e del ruolo patogenetico dei virus linfotropi nelle malattie ematologiche neoplastiche e non neoplastiche;
    2) sulla patogenesi molecolare ed immunologica della leucemia linfatica cronica, dei linfomi, e delle leucemie acute linfoblastiche e mieloidi;
    3) sull’identificazione di nuovi.

  • Ricovero: informazioni e consigli

    Cosa portare – Cosa comunicare
    Oltre agli effetti personali, è necessario portare un documento di identità e la tessera sanitaria di iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale. I cittadini stranieri, se non hanno la tessera sanitaria, devono portare il permesso di soggiorno e gli estremi della polizza assicurativa che garantisce la copertura della spesa sanitaria.  E’ utile presentare anche la documentazione sanitaria personale, come ad esempio: le copie di cartelle cliniche o le lettere di dimissione di ricoveri precedenti, i referti di esami e accertamenti diagnostici, la documentazione radiologica e i farmaci che si assumono abitualmente.  E’ necessario, inoltre, riferire al personale sanitario l’eventuale presenza di allergie, intolleranze o prescrizioni dietetiche particolari.  Non è consentito l'uso dei cellulari nelle aree di ricovero.
    Oggetti di valore e grosse somme di denaro 
    È consigliabile non portare con sé oggetti di valore o denaro contante, se non quello strettamente necessario. Nei reparti dove è presente, è consigliato l’uso della cassaforte.   L’Ospedale non si assume la responsabilità per eventuali furti o smarrimenti, che devono essere denunciati all’autorità di pubblica sicurezza.
    Gestione delle Protesi Mobili
    I portatori di protesi mobili (dentarie/acustiche) devono comunicare al personale infermieristico l’utilizzo delle stesse. La gestione delle protesi è a carico dell'assistito
    Telefoni cellulari

    I telefoni cellulari in Ospedale possono creare interferenze alle apparecchiature biomediche, pertanto il loro uso è consentito esclusivamente nelle aree di attesa, atri e corridoi o in spazi analoghi.  
    Pasti
    I pasti sono serviti in vassoi termici personalizzati che ne garantiscono l’igiene. È possibile operare una scelta nell’ambito del menù, che prevede ogni giorno piatti diversi; il personale di reparto si informerà sulle preferenze dei pazienti. Dietro prescrizione medica sono garantiti particolari regimi dietetici
    Orari di visita
    Ogni paziente può ricevere visite di parenti ed amici nelle fasce orarie previste. I visitatori non devono sedersi sui letti e, per rispetto nei confronti degli altri degenti, vanno evitate visite di gruppo
    Assenze dal reparto
    Il paziente non può allontanarsi dal reparto. Se ha la necessità o il desiderio di assentarsi temporaneamente, restando comunque all’interno dell’Ospedale, deve avvisare sempre il personale sanitario.
    Wi-Fi 
    All’interno dell’area ospedaliera è possibile collegarsi gratuitamente e senza inserire una password alla rete EmiliaRomagnaWiFi.
    Televisori
    Per attivare i televisori nelle stanze di degenza è possibile rivolgersi al personale infermieristico che fornirà le informazioni necessarie.
    Assistenza religiosa 
    Sono presenti due cappelle per i pazienti di fede cattolica (una nel corpo centrale, ingresso 3, una al Padiglione Beccaria), presso le quali si tengono le funzioni religiose. Un sacerdote quotidianamente visita i degenti e fornisce l’assistenza richiesta. In caso di necessità rivolgersi al personale.   I ricoverati di religioni diverse possono richiedere l’assistenza religiosa; è sufficiente fornire al coordinatore infermieristico le indicazioni per contattare altri ministri di culto.

  • La dimissione

    La dimissione avviene generalmente dopo le ore 13.00. Per particolari esigenze è possibile concordare un orario differente con il personale medico. Al momento della dimissione è rilasciata la lettera di dimissione da presentare al medico curante. Questa lettera, contiene i principali dati clinici che hanno caratterizzato il ricovero, le eventuali prescrizioni terapeutiche e le date di esami e controlli già programmati.
    Dimissioni protette
    Il personale sanitario, qualora ne ravvisi la necessità, si attiva già durante la degenza per garantire il proseguimento dell’assistenza una volta concluso il ricovero ospedaliero. La dimissione protetta è concordata tra i curanti, i familiari, il medico di medicina generale e i servizi territoriali e può prevedere un intervento a domicilio o un ricovero presso una struttura a carattere riabilitativo e/o residenziale.
    Trasporto in ambulanza
    Le regole aziendali che disciplinano il trasporto in autoambulanza prevedono quali trasferimenti devono considerarsi a titolo gratuito e quali invece a pagamento.  Per eventuali informazioni i cittadini possono rivolgersi al coordinatore infermieristico della degenza
    Ritiro Farmaci
    È possibile ritirare i farmaci prescritti nella lettera di dimissione presso la farmacia interna;   collocata al piano terra vicino alla Cappella e in prossimità dell’ingresso 3 (Policlinico)
    Certificato di ricovero
    Il certificato di ricovero può essere richiesto direttamente al personale di reparto. Dopo la dimissione può essere rilasciato anche dall’ufficio accettazione
    Copia Cartella Clinica
    È possibile chiedere copia della cartella clinica del ricovero all’Ufficio Cartelle Cliniche che si trova nell’atrio centrale (ingresso 1) del Policlinico di Modena.   La copia della cartella clinica può essere richiesta anche attraverso altre modalità consultabili all’indirizzo  www.aou.mo.it
    Punto Unico Accoglienza E Dimissione
    Per facilitare la circolazione dei pazienti nelle fasi di accettazione e dimissione dai reparti in condizione di maggiore comodità e sicurezza, è a disposizione uno spazio protetto che facilita le operazioni di trasferimento senza rischi di esposizione a significative escursioni termiche e con un comodo accesso alle ambulanze e ai mezzi privati dei familiari. All’interno dell’area sono presenti operatori sanitari dedicati. Il punto unico si trova all’ingresso 5 nell’area dell’ex Pronto Soccorso e in prossimità dell’ingresso centrale.
    Volontariato
    Per conoscere le attività e gli interventi delle associazioni di volontariato rivolti ai pazienti e ai loro familiari durante il ricovero, la dimissione o al domicilio, ci si può rivolgere al Punto Unico del Volontariato (PUV) situato a ingresso 2, piano terra (Policlinico)

  • Suggerimenti, reclami ed elogi

    Chi desidera esprimere un suggerimento, un elogio, un reclamo, attivare il Fascicolo Sanitario Elettronico, o chiedere informazioni può rivolgersi all'URP che è situato al piano terra ingresso 1 
    Tel. 059 4222333 dal lun al ven ore 8.00-14.00 | lun, gio: 14.30-17.00
    e-mail all'indirizzo: poliurp@aou.mo.it
    Le segnalazioni possono anche essere inoltrate attraverso il modulo di segnalazione presente nelle cassette collocate nei diversi punti dell'Ospedale.

 

News